Bandsintown FistBandsintown Text
Search for artists and concerts
Search for artists
Hamburger Menu Icon
Tia Airoldi

Tia Airoldi

Dec 3rd 2019 @ Biblioteca Valvassori Peroni

Milano, Italy
I Was There
About Tia Airoldi
Genres:
Alternative Folk
Hometown:
Cassano d'Adda, Italy

Tia Airoldi has always been highly fascinated by classic and contemporary American songwriting ( from J.Cash to Sufjan Stevens, Elliott Smith, Conor Oberst and Robin Peck...
Read More
Tuesday, December 3rd, 2019
6:00 PM
Biblioteca Valvassori Peroni
Via Carlo Valvassori Peroni, Milano, Italy
La musica è, nell'esperienza umana, un mezzo e uno strumento che assolve a una varietà di bisogni, interessi e stimoli. L’udito è forse il senso umano più complesso: il primo a svilupparsi nel feto e a permettere quindi il contatto e la relazione con il mondo esterno.
Il nascente è in contatto con la madre non a livello visivo o olfattivo e solo in parte a livello tattile; la traccia che seguirà, il primo imprinting di ciò che sarà, arriva dalla voce materna, faro sicuro che conduce in porto.
Interessante quindi pensare al suono come porto, oltre che come tras-porto.
Emerge quindi una dimensione "locativa" del suono, il suono come luogo.
Ciò che è al centro di questo lavoro, è la libera esplorazione del luogo sonoro comune ad ogni essere umano vivente, la reale culla della vita: il grembo materno. Un'esplorazione dal di fuori al di dentro e ancora verso l'esterno, in una tripartizione che darà al ri-nascente, la possibilità di abitare il campo sonoro primigenio.
La pedana sensoriale si pone come mezzo privilegiato, come trasduttore di esperienze sonore e tattili, proiettando la fruibilità dell'installazione in una dimensione interattiva anche verso quei percorsi, talvolta drammatici, della disabilità visiva e uditiva, con la speranza di trovare in momenti come questo dei con-corsi e non solamente dei per-corsi.
Ciò che viene offerto come "cibo sonoro" è un soundscape materno, fatto di cuore e di viscere, di voci e di soffi, di acqua e di carne, che vuol donare un momento immersivo nel quale ricontattare le primissime memorie sonore, e condurre il fruitore alla ricerca delle ragioni d'essere della propria sonorità e musicalità come abitante ed eterno scopritore di quel mondo "esterno" dopo che è stato abitante del mondo "interno".
"L'ultima domanda sarà: il paesaggio sonoro (soundscape) del mondo è una composizione indeterminata sulla quale non abbiamo alcun controllo, o siamo i suoi compositori e interpreti, responsabili di dargli forma e bellezza?"
Raymond Murray Schafer
Ed ecco, tracciata nella citazione del compositore e ricercatore canadese Schafer, la sfida: saremo noi in grado di appropriarci musicalmente e accudire "maternamente" il mondo esterno dopo esserci ri-sintonizzati con quello interno?
View All Tia Airoldi Tour Dates
Find hotels and vacation rentals near Biblioteca Valvassori Peroni in Milano
About Tia Airoldi
Genres:
Alternative Folk
Hometown:
Cassano d'Adda, Italy

Tia Airoldi has always been highly fascinated by classic and contemporary American songwriting ( from J.Cash to Sufjan Stevens, Elliott Smith, Conor Oberst and Robin Peck...
Read More