Bandsintown Logo
Thursday, December 7th, 2017
9:00 PM
MigrAzioni#Scandicci è il progetto che dà vita allo spettacolo Sandokan, un progetto che coinvolge 12 ragazzi provenienti da differenti paesi dell’Africa, 12 giovani uomini che da qualche mese vivono sul territorio del Comune di Scandicci dopo aver fatto la richiesta di asilo politico. Una piccola comunità teatrante, che nasce attraverso MigrAzioni#Scandicci, un progetto sviluppato in collaborazione con Sociolab, una cooperativa fiorentina che si occupa di ricerca sociale e partecipazione, con gli operatori degli enti gestori dell’accoglienza diffusa che operano sul territorio - la Cooperativa Albatros, la Diaconia Valdese di Firenze e il CAS di Calenzano - e patrocinato dal Comune di Scandicci e in coproduzione con il Teatro della Toscana. Il progetto è iniziato a novembre 2016 come occasione di riflessione sul concetto di comunità: a partire dall’esperienza diretta di profughi e richiedenti asilo che lasciano la propria comunità e devono fare l’ingresso in una nuova, i partecipanti hanno lavorato sui concetti archetipi e universali che sottendono la forma sociale, cercando risposta ad un interrogativo sempre più urgente: cosa significa comunità oggi? Il percorso, portato avanti attraverso un laboratorio sempre più intenso che ha visto i partecipanti impegnati quotidianamente, ha trovato la sua forma artistica nella saga di Sandokan che mostra un interessante ribaltamento: alcuni temerari pirati malesi, che possono contare solo su coraggio e spirito di sopravvivenza, si lanciano in una lotta impari contro i colonialisti Inglesi, simbolo di un occidente prepotente e violento, diventando gli eroi positivi in cui identificarsi. Un esperimento di partecipazione interculturale, dunque, per poter raccontare il tema della migrazione di oggi attraverso le parole di più di un secolo fa, usando il teatro di figura e la danza, linguaggi universali che attraverso la poesia hanno il potere di unire passato e presente.